Come Rubare password Facebook a distanza: I metodi più comuni

passwordsSembra che rubare password di facebook a distanza di altri sia diventata un’attività particolarmente ricercata tra invidiosi, fidanzante gelose e fenomeni di turno curiosi di fare cose proibite

Ammetto di essere molto incuriosito da questo fenomeno. Il web e blog vari pullulano di articoli su come rubare le password di facebook.

Non voglio girare attorno alla cosa … bisogna essere innegabilmente tonti per farsi rubare una password; i metodi consigliati hanno dell’assurdo; giocano sull’assoluta ingenuità delle persone, come se la gran parte delle persone al mondo siano completamente idiote o con la sveglia al collo.

Vorrei affrontare con voi, nel dettaglio alcuni dei metodi più comuni ‘consigliati’.

So che l’articolo dovrebbe parlare dei metodi per rubare le password di Facebook a distanza, ma vorrei almeno elencare anche le altre ‘tecniche’.

Metodo 1: Avendo accesso al computer della vittima, è possibile utilizzare un programma per trovare e decriptare le password di Facebook dai principali browser per Windows.

Ora … questo può sembrare utile… in realtà, i principali browser (a parte IE) hanno una comodissima opzione di visualizzazione delle password salvate, il che evita anche di installare programmi extra.

Altra cosa; se avete accesso al computer della vittima probabilmente fate parte del gruppo “fidanzati/e gelosi” … il che aprirebbe un’interessante dibattito sulla fiducia che (NON) avete nei confronti della persona con cui state, che porterebbe al seguente bivio:

a) La persona con cui state è una persona meravigliosa che vi ama alla follia, allora voi siete dei paranoici che non sapete godere della bellezza del vostro rapporto e quindi state malissimo e sentite l’assoluto bisogno di vedere se c’è qualche macchia.

b) La persona con cui state vi ha trasformati in una collezione ambulante di corna, voi soffrite come cani e per questo sentite l’assoluto bisogno di farvi ancora più del male guardando magari qualche messaggio che la vostra ‘dolce’ metà si scambia con altre persone.

In entrambe le premesse la conclusione, quasi naturale, dal mio personale e del tutto soggettivo punto di vista è: che cavolo ci state a fare con questa persona?

 

Metodo 2: Installare un KeyLogger sul computer della vittima

Prima cosa, il metodo prevede che voi abbiate accesso al computer della vittima, come quelle procedente, il che porta a far valore il ragionamento fatto precedentemente. Con una piccola differenza che vi vado a spiegare.

Il KeyLogger è un programmino che, fondamentalmente, permette di registrare quello che viene premuto sulla tastiera… il che permette di identificare quindi le passwords eventualmente inserite.

Da qui la piccola differenza con il metodo precedente. La necessità di installare un KeyLogger è legata al fatto che non avete trovato salvate le password sul browser; il che implica che.

1. Voi siete dei paranoici gelosi e la vostra dolce metà, persona meravigliosa, vi conosce bene e vuole comunque godere della sua privacy e quindi non tiene salvate le password.

2. La vostra dolce metà è un abile stratega e quindi tiene ben nascoste le sue tracce.

Anche qui, nel caso, cosa ci state a fare?

 

Metodo 3: Rubare le password dei geni

E qui veramente raggiungiamo l’assoluta apoteosi. Una tecnica che gli hacker definiscono “man in the middle”, ossia, uomo nel mezzo …

no scherzo… in questo caso “man in the middle”, significa letteralmente mettere in mezzo uno, la vostra vittima. Il che implica avere un complice, o più semplicemente due account facebook.

Questo metodo serve a rubare le password di assoluti “geni” (notare prego il sarcasmo) perchè prevede fondamentalmente il lanciare un’esca del tipo “che figata!! se scrivo la password di facebook su un mio stato facebook ci mette gli asterischi e la nasconde!!”  e aspettare che i vostri simpatici contatti, più ingenui, facciano la prova e fregare la password nel tempo che intercorre tra la scrittura del messaggio e il rendersi conto che quello che non avete detto è vero.

Questo metodo è assolutamente fantastico, e voglio rendere omaggio a chi l’ha descritto, non per prenderlo in giro o chissà cosa, ma perchè mi ha regalato dei momenti di assoluta ilarità. Link all’articolo

Mi sembra evidente che Facebook NON nasconde le password del vostro account se le scrivete in chiaro e quindi, in nessun caso dovrete scrivere la vostra password in pubblico.

 

Altro personale consiglio:

1. Se siete a scuola, nel laboratorio di informatica, evitare di accedere al vostro account Facebook o, se non potete farne a meno: non salvate la password e ricordatevi di scollegarvi al vostro account, di eliminare la cronologia della navigazione, i dati inseriti nei moduli e simili.

2. Se vi trovate in un internet point valgono i consigli di cui sopra.

 

Consigli sempre verdi (ossia che tutti vi dicono e quindi vi dico anche io):

3. Evitare di usare password tipo 12345ABC (realmente usata) o comunque troppo facili o troppo associabili a voi.

4. Usate password di almeno 8 caratteri, pseudocasuali, ossia con combinazioni di lettere, numeri e simboli.

 

Grazie della pazienza e spero abbiate colto lo spirito di simpatia dell’articolo

 

 

 

One comment on “Come Rubare password Facebook a distanza: I metodi più comuni

  1. Alessio Rindone scrive:

    Ingegnere informatico e delle telecomunicazioni per RECUPERO PASSWORD
    di caselle e-mail, social network (facebook, badoo, MSN, Skype) e recupero
    tabulati telefonici WIND TIM VODAFONE H3G POSTEMOBILE BIPMOBILE con numeri in chiaro e
    sms inviati e ricevuti tutto completamente anonimo.

    tel. 3888681200

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>